C’è più gusto col vino a settembre

C’è più gusto col vino a settembre

16
SHARE

Se siete tra quanti hanno dovuto rimandare le vacanze settimana dopo settimana, costretti a lavoro e alla monotonia cittadina anche nel mese di agosto, non disperate. Anzi, andare in vacanza a settembre è sempre di più un lusso che in pochi possono permettersi: tra orari di lavoro asfissianti e turni ferrei, non è così semplice godere dei tanti vantaggi della villeggiatura tardiva.

Spiagge meno affollate, temperature più sopportabili, prezzi più bassi. Questi sono i pro che più facilmente vengono tirati in ballo da chi ama partire a settembre. Noi di Let It Wine, però, ve ne proponiamo almeno un altro al quale magari non avete pensato: il vino!

Settembre è il mese più bello per gli enologi in erba. È il mese della vendemmia, del fermento, dell’attesa e dei sospiri, un mese di eventi e di feste che hanno il vino come protagonista. Insomma, è il mese in cui tutto comincia ed è il mese giusto per dedicarsi a degustazioni, assaggi e visite guidate per cantine e vigneti, alla scoperta della filiera del vino.

E, inutile negarlo, settembre è anche uno dei mesi migliori per scoprire nuovi sapori e nuovi profumi e aromi di cui innamorarsi e a cui rimanere attaccati per il resto dell’anno.

La coda dell’estate è ancora ricca di mangiate a base di pesce e frutti di mare, perciò il must tra i vini di settembre è un fresco Vermentino con le sue percezioni di frutta e miele.

Ma le temperature più miti ci permettono anche di esplorare il variegato mondo dei rossi: ideali per questa stagione intermedia il Novello di Toscana, il Merlot, fino ad arrivare a un Rosso di Montepulciano, tutti vini che si possono bene accompagnare alla tavola settembrina ricca di salumi, formaggi, paste asciutte e carni bianche.

Ah, ci è appena venuta in mente un’altra nota positiva: non bisogna neanche preoccuparsi della “prova costume”…