Che gusto con… la sangria napoletana!

Che gusto con… la sangria napoletana!

105
SHARE

Chi l’ha detto che la sangria è prerogativa esclusiva dell’estate iberica?

Il drink a base di vino, apprezzatissimo in tutto il mondo, infatti, ha una sua variante partenopea estremamente gustosa che trova la sua origine storica proprio nel periodo della dominazione spagnola di Napoli.

Deve il suo successo alla qualità e al gusto degli ingredienti: vino – a scelta, ma meglio se leggero e fresco e, nel caso dei rossi, privo di tannini – e percoche.

Per quelli di voi che non lo sapessero, la percoca è un tipo di pesca dalla polpa gialla e molto compatta. Si tratta di un frutto molto apprezzato proprio per la sua consistenza mai cedevole e per un sapore leggermente acidulo che la rende particolarmente adatta a questa specifica preparazione. Vediamola nel dettaglio.

Ingredienti:
1 kg. di percoche
1 litro di vino

Preparazione:
Lavate e pelate le percoche che dovranno essere mature, sode e molto saporite. Tagliatele a fette grosse e irregolari e servitele in una brocca o in una ampia ciotola, immerse nel vino.

Il modo migliore per consumare questo “mangia e bevi” tipicamente estivo? Sorseggiando prima il vino che avrà acquisito un gusto fruttato e fresco, e poi assaporando le soffici pesche speziate dal sapore del vino.