La carta dei vini a colazione nei ristoranti di New York

La carta dei vini a colazione nei ristoranti di New York

111
SHARE

Una nuova tendenza sta arrivando a New York e lascerà di stucco anche gli appassionati più accaniti: il vino a colazione, proprio così. Sembra uno scherzo, ma pensaci un attimo: in fondo è un po’ come quel – probabilmente quei – cocktail mimosa che hai ordinato al brunch con la tua ultima ragazza. Non è poi così strano, dunque.

La moda del vino a colazione
Un ristorante in particolare sembra aver spianato la strada per il vino prima delle 9 di mattina: il Freek’s Mill a Brooklyn, New York. Il Direttore Alex Alan la fa molto semplice: “Abbiamo una lista di vini così ricca a cena che volevo creare qualcosa di più piccolo e maneggevole, piena di vini frizzanti e freschi più adatti da bere durante il giorno”. Logico, nulla da dire.

I clienti del ristorante potranno scegliere, da una lista di 14 vini da colazione, cosa abbinare a un Avocado toast, un crudo di pese o anche delle ostriche affumicate! È decisamente un motivo valido per svegliarsi presto al mattino. In realtà, ad essere sinceri, il menu è lo stesso per il brunch; tranquillo, non dovrai bere davvero così presto.

È giusto bere vino a colazione?
Non possiamo certo dire che si tratta di una tendenza enogastronomica che avrà tanto successo. Ma pensaci: un bel bicchiere di vino freddo (ci raccomandiamo, uno solo) con uova strapazzate e bacon, una doccia veloce appena sveglio e una corsa in metro per andare a lavoro e hai tutti gli ingredienti per affrontare la tua giornata a testa alta.

E se non ti va il vino così presto al mattino, beh, puoi ordinare un Vermouth. Eh sì, nel menu della colazione c’è anche lui!