Montalcino alla conquista degli Stati Uniti con Wine Spectator

Montalcino alla conquista degli Stati Uniti con Wine Spectator

179
SHARE

È uno degli appuntamenti più prestigiosi e attesi nel mondo del vino a livello globale. Maggio sarà un mese da segnare in agenda per tutti gli eno-appassionati grazie al Wine Spectator’s Grand Tour: tre città statunitensi per tre grandi degustazioni tutte da scoprire.

La famosa rivista americana tutta dedicata al mondo del vino ha stilato una rosa di 240 vini fra tutti quelli che hanno ricevuto un punteggio superiore a 90/100 a giudizio dei propri redattori. Le aziende selezionate saranno protagoniste dell’esclusivo road show che comincerà il 6 maggio a Las Vegas, per poi raggiungere Chicago (9 maggio) e Miami (12 maggio), per tre serate all’insegna dei grandi vini e dell’alta gastronomia: “Grand Tour è un’avventura da non perdere – sottolinea Thomas Matthews, executive editor di Wine Spectator – ogni produttore vi presenterà qualcosa di meraviglioso e delizioso!

Le degustazioni americane avranno come protagonista assoluta l’Italia, e in particolare la Toscana, patria di alcuni fra i vini più famosi al mondo. È qui, fra le incantevoli colline della Val d’Orcia e della Val di Chiana, che sorge la storica città di Montalcino, centro ormai diventato meta obbligata per i wine lovers di tutto il mondo. Il vino prodotto tra i filari di Sangiovese grosso che circondano la cittadina, il famoso Brunello, sarà presente a Las Vegas, Chicago e Miami grazie a ben 16 aziende vitivinicole. Fra queste troviamo anche Carpineto, col suo Brunello prodotto nella meravigliosa tenuta presso il Forteto del Drago, antico bosco montalcinese che sorge in una splendida vallata dominata dal profilo di Montalcino e, in lontananza, dai declivi della Val d’Orcia.

Un riconoscimento importante per il Brunello di Carpineto, che si aggiunge a quello del Nobile di Montepulciano, selezionato per tre anni consecutivi dalla stessa Wine Spectator nell’ambita e ristretta rosa di Opera Wine, evento-preludio al Vinitaly di Verona che premia i migliori 100 vini dell’annata.