Il “pianto” della vite: l’inizio di una nuova vita

Il “pianto” della vite: l’inizio di una nuova vita

93
SHARE
potatura vite

Il fascino del vino è nella sua rinascita. Ogni anno, secondo i cicli vitali dettati dalla natura, la vite riprende il ciclo vegetativo dopo il periodo riproduttivo invernale. Marzo, il mese in cui la primavera comincia a bussare di nuovo alla porta, segna una fase importante di questo ciclo. Un nuovo inizio, che porterà al germogliamento di aprile, alla fioritura di maggio, alla crescita e all’invaiatura di giugno, luglio e agosto.

A marzo la vite riprende letteralmente a vivere. Evento segnalato da un sintomo curioso e affascinante, che vediamo a livello dei tagli di potatura: il cosiddetto “pianto”. Nulla di drammatico, anzi. Quel pianto è davvero simbolo di un ciclo vitale che si rinnova. Andiamo a vedere perché.

Quel liquido trasparente che vediamo dai tralci potati segnala che le radici della vite hanno ripreso la loro attività. La linfa sta di nuovo scorrendo nei vasi legnosi, riattivando il metabolismo degli zuccheri. La vite sta tornando a mostrare il suo respiro grazie all’intenso scambio vitale che le radici operano con il terreno, che proprio in questa fase di inizio primavera raggiunge la sua fase più elevata.

Non è facile indicare un giorno preciso di marzo in cui la vite comincerà a “piangere”, anche se vari studi di viticoltura tendono a segnare questo periodo verso la metà del mese, dal 15 al 18. La composizione stessa del liquido non è di facile definizione, in quanto può variare anche di molto da vitigno a vitigno e in base all’andamento stagionale e climatico. In genere possiamo individuare composti organici come i già ricordati zuccheri (il glucosio e il saccarosio su tutti) e gli acidi, come il tartarico e il malico.

Dal pianto della vite passerà poi circa un mese, quando le gemme inizieranno a gonfiarsi e il germoglio tornerà a mostrarsi. Siamo quindi pronti a rivedere i nostri grappoli ricomparire sui tralci, segnando un percorso che ci accompagnerà fino alla vendemmia dei mesi estivi e autunnali.