I più romantici aforismi sul vino

I più romantici aforismi sul vino

53
SHARE
aforismi

Oggi, come duemila anni fa, il vino evoca sensazioni straordinarie. Un nettare che, in poeti e scrittori, suscita il desiderio di scrivere aforismi immortali:

1. Omero: “Vino pazzo che suole spingere anche l’uomo molto saggio a intonare una canzone, e a ridere di gusto, e lo manda su a danzare, e lascia sfuggire qualche parola che era meglio tacere”
2. Euripide: “E dove non è vino non è amore; né alcun altro diletto hanno i mortali”
3. Socrate: “Se beviamo con temperanza e in piccoli sorsi il vino stilla nei nostri polmoni come la più dolce rugiada del mattino”
4. Aristofane: “Bevendo gli uomini migliorano: fanno buoni affari, vincono le cause, son felici e sostengono gli amici”
5. Ovidio: “Il vino prepara i cuori e li rende più pronti alla passione”
6. Galileo Galilei: “Il vino è un composto di umore e di luce”
7. Johann Wolfgang von Goethe: “La vita è troppo breve per bere vini mediocri”
8. Arthur Schopenhauer: “Chi non ama le donne il vino e il canto, è solo un matto non un santo”
9. Giacomo Leopardi: “Il vino è il più certo, e (senza paragone) il più efficace consolatore”
10. Emily Dickinson: “L’impossibilità, come il vino inebria l’uomo che la gusta”

A duemila anni di distanza, queste parole e questi aforismi sono ancora attuali. Il merito è di autori straordinari come Giacomo Leopardi, Socrate e Omero e del vino che li ha ispirati. Un magico nettare che continua a stupirci ed emozionarci con un sapore e una poesia senza precedenti. Dopotutto non c’è niente di più romantico di un delizioso calice di vino!