Vinsanto, il vino da dessert preferito dagli italiani

Vinsanto, il vino da dessert preferito dagli italiani

94
SHARE
Vinsanto

Articolo di Louise Vinciguerra, blogger americana Let It Wine

Notizia bomba: se ti piace concludere il pasto con qualcosa di dolce, non devi per forza mangiare ancora. Proprio così, il suggerimento di oggi è sostituire il dessert ricco di zuccheri con un vino dolce, la tua gola ci ringrazierà per questo. Il Vinsanto toscano è ottimo da bere a fine pasto e presenta complesse note di albicocca, confettura di pesche e frutta secca, come le noci, sapori tipici dell’uva Malvasia utilizzata per produrre questo vino.

Cosa c’è di così speciale nel Vinsanto toscano?

Se ne hai la possibilità, il consiglio è quello di visitare una cantina e vedere con i tuoi occhi come viene prodotto il Vinsanto perché ne vale davvero la pena. L’uva raccolta viene lasciata a essiccare lentamente in cassette di legno e a fermentare durante i mesi invernali: i profumi che si sprigionano sono incredibili, per non parlare del fascino che provoca osservare questo bellissimo processo. La fermentazione continua poi in botti di castagno o di rovere e, a volte, dura oltre 16 anni! Non c’è dunque da meravigliarsi se questo vino ha sapori così ricchi e intensi.

Forse ti stai chiedendo come può un semplice bicchierino di Vinsanto soddisfare le tue voglie golose alla fine di un pasto. Provare per credere: dopo aver bevuto l’ultima goccia, ti accorgerai che gli aromi continuano a persistere sul tuo palato per molto tempo ancora.

E se invece non riesci proprio a rinunciare al dessert, gli stessi toscani ti offrono la loro soluzione e si chiama “cantucci”. Questi meravigliosi biscotti che accompagnano per tradizione il Vinsanto sono molto semplici: gli ingredienti sono le mandorle, la farina, lo zucchero, le uova e il burro e la caratteristica è che vengono cotti due volte. In alcune varianti si può trovare il pistacchio o il cioccolato al posto delle mandorle. Spesso indicati all’estero semplicemente come “biscotti”, cantucci e Vinsanto sono le guest star su ogni tavola da pranzo della Toscana.

L’altro abbinamento sublime è con i formaggi stagionati, come il pecorino o il gorgonzola piccante: anche un tagliere di formaggi, infatti, è un’opzione originale e buonissima per concludere il pasto.

Farnito Vinsanto del Chianti 1999 D.O.C.
44,50 €